Emiliano Zenodocchio

Zenodocchio-Large

Masterclass

€ 200,00

Dal 21 luglio al 24 luglio 2017

Emiliano Zenodocchio

Flauto

Flautista e ottavinista, nato a l’Aquila il 21 Maggio 1985, inizia lo studio del flauto molto giovane al Conservatorio “A. Casella” a l’ Aquila e nel 2005 ottiene il diploma con lode e menzione. Partecipa alle masterclass di jacques Zoon e William Bennett presso il Trinity College a Londra, Emily Beynon, Andreas Blau, Banoit Fromanger e Raymond Guiot. Continua gli studi con Andrea Oliva per poi trasferirsi in Olanda dove nel 2009, presso il Conservatorio reale dell’Aya, ottiene il Bachelor e nel 2011 il Master nella classe di Rien de Reede e Thies roorda. In Germania nella classe di Robert Winn al conservatorio di Colonia ottiene il Konzertexam nel 2015. Già ne 2009 ottiene di essere il primo flauto nell’orchestra giovanile olandese (NJO) dove rimane fino all’anno dopo quando entra sempre come primo flauto nell’orchestra giovanile europea (EUYO). Importanti le tournèe e i concerti come ai PROMS 2010 presso la Royal Albert Hall, sotto la direzione di G. Noseda, M. Bamert, V. Ashkenazy, J. Pons, C. Peter Flor etc. Sempre in Olanda inizia a collaborare con l’orchestra filarmonica di Rotterdam e con l’orchestra filarmonica di Eindhoven. Nel 2012 è finalista per l’orchestra filarmonica della radio Olandese. Ha collaborato con l’ ASKO ensemble ad Amsterdam più volte presso il Musziekbouw come membro dell’accademia Ligeti. In Germania vince l’audizione per l’orchestra Mahler International (IMO) e prende parte alla tournèe tedesca per la presentazione della sinfonia di Mahler n. 10 versione Yoel Gamzou. Sempre nel 2012 è vincitore dell’audizione dell’orchestra del festival Verbier dove rimane fino al 2015. Si è esibito come primo flauto diretto da C. Dutoit, N. Jarvi, P. jarvi, J. Van Zweden, K.Negano, D. Harding, V. Gergiev, M. Honeck, Y. Temirkanov. Etc… In Germania ha collaborato come primo flauto dal 2013 con l’orchestra del teatro statale di Kassel dove a gennaio 2015 ha esordito come solista. In Norvegia è in finale come primo flauto nel 2013 presso l’orchestra sinfonica di Bergen. Qui si è esibito molte volte diretto da P. McCreesh etc..

Nel 2014 è idoneo come flautista presso l’orchestra Haydn di Bolzano e viene nominato primo flauto dell’orchestra da camera di Pescara, il Colibrì Ensemble. Dal 2015 Emiliano viene invitato regolarmente come primo flauto dal Teatro dell’Opera di Roma, dal teatro Maggio Musicale Fiorentino e dall’orchestra Haydn di Bolzano. Suona stabilmente in duo con Alessandro Soccorsi al pianoforte e in molte occasioni collabora con Tonino Riolo. Molti i concerti di musica da camera nei festival Holland music session in trio con Vladimir Mendelssohn e dal 2012 con il Festival Podium Esslingen (Stoccarda). Si è esibito nel 2002 e nel 2005 a “Flautissimo” a Roma. Insegna all’Aimart a Roma e in Lussemburgo presso l’orchestra del Lussenburgo.